Articoli

Vento fresco. Un libro sulla maternità. Vista da un padre.

La maternità gira intorno a tante cose.
Per qualcuna è una scelta da evitare,
che non rientra nei programmi di vita.
Per altre è scontata,
ci si ritrova con un bambino tra le braccia
ed è l’inizio di un nuovo cammino, insieme.
La vita si dilata, acquista un significato diverso,
che capovolge l’ordine e la priorità delle cose.

Continua a leggere

Noi due, nonno.

Sai perché mi piace averti vicino, nonno?

Perché accanto a te il tempo si ferma.

Continua a leggere

maestri di gioia

Potrai essere il maestro più preparato al mondo,

colto e con una mente allenata,

ma ciò che ti servirà, in una scuola,

non è rinchiuso nel tuo bagaglio di conoscenza e di sapere.

Continua a leggere

Corri figlio. Spacca la vita.

 

Corri, figlio.

Spacca la vita.

Prendi a calci ogni debolezza e inganno.

 

Continua a leggere

Quella normalità preziosa

E poi incontri quelle persone.

Quelle mamme come te, ma che si sono fermate.

Che di fronte alla malattia del proprio figlio,

hanno visto cambiare, all’improvviso, tutta la vita.

 

Continua a leggere

il mare dove non si tocca: un libro da leggere e da raccontare

Sto leggendo “Il mare dove non si tocca” di Fabio Genovesi.

Il primo libro che, contemporaneamente, sto leggendo e raccontando.

Si perché, ogni tanto, le mie bimbe mi chiedono di sentire un po’ di questa storia:

di quello che succede dopo che Fabio ha conosciuto la bambina coccinella,

che guai combina ancora lo zio Aldo, come va a finire la gara dei presepi…

Questo libro stupendo le ha catturate, già alla lettura del titolo,

anche se non è proprio per bambini e sebbene Anna abbia solo tre anni e Maria sei.

Continua a leggere

Ci rimangono nel cuore anche i figli mai nati.

 

 

Ci rimangono nel cuore anche i figli mai nati.

Quei piccoli semi che non hanno avuto la forza di attaccarsi a noi.

Bozzoli di vita, appesi a un sorriso.

 

Continua a leggere

La vita corre veloce. Soprattutto quando ci sono i figli.

La vita corre veloce. Soprattutto quando ci sono i figli.

Segue il ritmo della loro crescita

che avviene sotto i nostri occhi senza che ce ne accorgiamo.

Ci sorprendiamo quando non entrano più nei vestiti

o la loro testa supera il livello del tavolo contro cui urtavano poco tempo prima.

Li ascoltiamo parlare,

il loro vocabolario si fa sempre più ricco

e le loro frasi ci lasciano spesso basiti per la complessità di alcuni pensieri,

o per un’associazione che neanche noi coglievamo.

 

Continua a leggere