Articoli

,

Se tu potessi scegliere un giorno per tornare

Se tu potessi scegliere un giorno
Per tornare
So che lo faresti d’inverno
Cammineresti su questa stessa strada
A labbra socchiuse

Al vento
Raccoglieresti neve
E te la porteresti al petto
Sul cuore
Unita alle tue lacrime
Spaccherebbe il gelo
Di un vecchio calore
E cadendo lascerebbe a terra

Come un’impronta
Scritto
Il tuo nome


Felicia Lione

A te che sai di vento e neve

Una piccola finestra grigia

Avevo davanti una piccola finestra.
Su una casa abbandonata,
in un vicolo fuori dal tempo,
in un centro storico svuotato.

Continua a leggere
scrivo per te

Scrivo per te

Scrivo perché, così facendo,
porto un po’ di te su questa carta bianca.
Il tuo ricordo si fa sostanza d’inchiostro,
rimane impresso tra le righe.

Continua a leggere

Vento fresco. Un libro sulla maternità. Vista da un padre.

La maternità gira intorno a tante cose.
Per qualcuna è una scelta da evitare,
che non rientra nei programmi di vita.
Per altre è scontata,
ci si ritrova con un bambino tra le braccia
ed è l’inizio di un nuovo cammino, insieme.
La vita si dilata, acquista un significato diverso,
che capovolge l’ordine e la priorità delle cose.

Continua a leggere

Questo è un padre

Padre è la voce
Il braccio che ti ha portato
I passi che hai imparato a distinguere
Lo sguardo che ti ha preceduto.

Continua a leggere

A mio padre

So che stai camminando in un bosco di cerri e ontani, ora.

Anche se piove, da giorni, senza tregua.

Continua a leggere