Articoli

A mio padre

So che stai camminando in un bosco di cerri e ontani, ora.

Anche se piove, da giorni, senza tregua.

Continua a leggere

E poi ci sei tu. Che sei arrivata dopo.

 

E poi ci sei tu.

Che sei arrivata dopo.

E hai trovato ad accoglierti un’altra voce di bambina.

Che ti ha guardata come a un regalo,

una piccola bambola  a cui tirare le orecchie,

per vedere se eri vera.

 

Continua a leggere

NOTTE DI FEBBRE

Notte di febbre.
Di fronti calde da controllare.
Di occhi appesantiti e stanchi
Di brividi e sudore.

Notte di abbracci infiniti
Di coperte sotto cui scaldarsi insieme.

Continua a leggere