Articoli

Corri figlio. Spacca la vita.

Corri, figlio.

Spacca la vita.

Prendi a calci ogni debolezza e inganno.

 

Continua a leggere

Le case d’infanzia ci rimangono nel cuore.

 

Le case infanzia ci rimangano sempre nel cuore. E la mia era una casa molto particolare.

Un ex convento, dedicato a Sant’Anna.

Dopo essere stato abbandonato dalle suore, per decenni è rimasto disabitato, perché su di esso giravano strane storie di fantasmi.

A quanto pare, una vecchia suora defunta, ogni notte, si affacciava dal piccolo balcone sul portone d’ingresso, incutendo paura ai passanti.

 

Poi mio padre, che allora temeva poche cose, figuriamoci i fantasmi, l’ha preso in affitto dalla curia.

Era un edificio vecchio già allora, con delle enormi stanze passanti, alte quasi quattro metri e ognuna con grandi aperture verso valle, dove il sentiero scendeva verso il fiume.

Continua a leggere

E poi ci sei tu. Che sei arrivata dopo.

 

E poi ci sei tu.

Che sei arrivata dopo.

E hai trovato ad accoglierti un’altra voce di bambina.

Che ti ha guardata come a un regalo,

una piccola bambola  a cui tirare le orecchie,

per vedere se eri vera.

 

Continua a leggere