La nostra primavera

Io sono fortunata.

Vivo in un piccolo paese, immerso in uno scenario naturale unico.

 

Certo abitare qui ha anche le sue difficoltà.

Facciamo ogni giorno, in macchina, chilometri di curve per portare le bambine a scuola (e la mia bimba, la più piccola, soffre terribilmente il mal d’auto).

Qui non ci sono palestre, scuole di ballo, piscine. Non ci sono corsi di inglese da seguire, molte feste a cui partecipare.

 

Ma abbiamo la natura.

E ora che la primavera inizia ad arrivare ce la godiamo tutta.

Oggi abbiamo fatto una passeggiata nei boschi.

Le mie figlie si sono arrampicate sugli alberi, raccolto fiori, rametti di alberi, piccoli cespugli fioriti.

Ma non è solo questo che le ha rese felici.

Dopo un pò che camminavamo, tutte e due mi dicevano <sono Merida! Ecco il mio arco!> brandendo un piccolo bastone incurvato in mano, o <voglio scalare questa montagna, cercare il mio cavallo, l’ha rapito la strega!>.

 

La più grande dava un nome ad ogni fiore, ne ha fatto un mazzetto colorato e lo teneva in mano come una principessa.

La più piccola si arrampicava ovunque, con un’agilità sorprendente, salutava i cespugli di fichidindia e li chiamava “Minny” o cercava nel terreno le tane degli animali.

 

E ho capito che gli stavo regalando qualcosa di molto più importante di tutte le attività che non riesco a fargli fare ogni giorno.

 

Ho capito che, qui, in mezzo alla natura, prende vita un dono unico.

Quello della fantasia.

A loro sembrava di essere nell’ambiente delle favole che mi sentono raccontare.

Le immagini che sono abituate a immaginare ascoltandomi, hanno preso vita,

senza nessuna distinzione tra la fantasia ed il reale.

Ed è bastato solo una passeggiata in un bosco.

Un bosco pieno di folletti, di fate, di principesse, alberi incantati e casette di gnomi.

 

Niente telefonini, tablets, televisori.

Tutto si e rilevato su un tappeto di foglie, sentieri da percorrere, piccole rocce da scalare.

 

The following two tabs change content below.
Autrice del libro "Vento fresco" e mamma di due bambine
1 commento

Trackbacks & Pingbacks

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *