I Quindici, i libri del come e del perché.

I Quindici-dal volume “Racconti e fiabe”

 

Il regalo più bello che mi ha fatto mia madre,

“i Quindici”, i libri del come e del perché.

Un’enciclopedia per ragazzi, che è arrivata a casa mia nel 1976.

Ero ancora piccolina, ma dal giorno in cui li ho ricevuti sono diventati un tesoro, il mio tesoro,

la mia finestra sul mondo, quando la televisione si vedeva poco,

non c’erano cellulari,

e anche le occasione di incontro e condivisione, in un paese piccolo come il mio, erano rare.

Quante volte mi ci sono tuffata dentro,

come il bambino de “La storia infinita”,

mi sono lasciata portare, trascinare dentro mondi sconosciuti.

Il mio volume preferito, “Racconti e Fiabe”,

con illustrazioni meravigliose e storie incantate, di tutti i tempi.

C’era anche la storia di “Rapolina”, poi ripresa dall’attuale  “Rapunzel”,

o “Rosaspina” che poi è diventata “La bella addormentata nel bosco”.

 

I Quindici-Racconti e fiabe

Ho ripreso quel libro ieri sera ed è stato meraviglioso ritrovare i ricordi di bambina.

Quei disegni che tanto mi avevano affascinata, che guardavo incantata.

Ma i “Quindici” sono stati libri per tutte le età e continuano ad esserlo per chi li ha conservati.

Ho ripreso il volume “Poesie e rime” e lì ho ritrovato tutte le filastrocche da leggere e cantare alle mie bambine.

C’erano i libri dedicati al mondo animale, alle piante.

 

dal volume Poesie e rime – I Quindici

O ancora “Fare e costruire”, con tanti lavoretti da realizzare.

Quante cose ho fatto con le scatole dei cerini,

con i fogli di carta che diventavano decorazioni intagliate,

con i pezzettini di legno, i gomitoli di lana.

C’era il libro che spiegava come è fatto il corpo umano,

con delle pagine trasparenti e sovrapponibili.

E poi c’era “Io e il mio bambino” rivolto ai genitori, che ho letto quando ero un pò più grande e che leggo ancora.

 

Quanto mi hanno dato quei libri e quanto c’è in me, ancora oggi, preso da loro.

 

Oggi i Quindici sono cambiati, in vendita si trovano “I nuovi Quindici”, che io non ho mai letto.

Forse, un giorno li comprerò alle mie bambine.

Per adesso lascio che si godano i miei,

che anche se hanno qualche pagina ingiallita o rovinata,

sono ancora preziosi ed attuali.

E soprattutto parlano il loro linguaggio.

 

Sono libri che fanno della curiosità una leva

per avviare i bambini sulla strada della conoscenza di sé e del mondo.

 


The following two tabs change content below.
Architetto, illustratrice, mamma di due bambine

Ultimi post di felicia (vedi tutti)

1 commento
  1. Nat
    Nat dice:

    Che belli questi libri. Non li conoscevo. Anche io ho ritirato fuori dei vecchi libri di quando ero piccola da leggere con la mia bimba e devo dire che è stata una strana emozione… non saprei descriverla.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *