I grandi poteri delle donne

dipinto di Felicia Lione

 

Noi donne.

Siamo tutte un intreccio di vite.

Siamo custodi del tempo, della storia,

di ciò che è stato e che verrà.

 

Portiamo dentro ovuli,

che si sono formati nel nostro grembo

quando ancora eravamo nell’utero di nostra madre,

a quattro mesi dal concepimento.

Ciò significa che ognuna di noi,

prima di crescere come feto nella pancia della propria madre,

è stata cellula nel corpo di sua nonna.

 

Un intreccio che continua.

Perché concependo i nostri figli,

abbiamo già creato una parte dei nostri nipoti,

dentro di noi.

 

Il tempo si muove attraverso i nostri corpi e i nostri cuori.

Attraverso la nostra capacità di dare e di accogliere.

 

E forse bisognerebbe dirglielo al più presto ad ogni bambina,

quale potere custodisce.

 

Soprattutto a questa generazione,

che cresce in un mondo privato della sua parte più umana e profonda.

Che di rado è presente, è sempre altrove.

 

Per fargli riprendere contatto con il proprio ruolo naturale,

quello più sacro.

 

Dirgli che ogni donna porta in sé grandi poteri,

quello della natura, che crea,

della carne, che dà forma.

del sentimento che dà la vita vera.

 

E non sono escluse le donne che non hanno prole.

Anzi, l’intreccio di vite, con loro, si fa ponte,

accoglie altri fili, vite, sull’albero della propria vita.

 

Con l’adozione ad esempio.

Lì una donna supera le proprie capacità, le moltiplica,

non è il corpo ma il sentimento a creare le relazioni

e a fargli mettere radici,

a fare innesti sulla nostra pianta.

 

 

 


 

The following two tabs change content below.
Autrice del libro "Vento fresco" e mamma di due bambine
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *