I figli, che ci insegnano a riscoprire le nostre passioni e a condividerle con loro

I figli, che ci insegnano a riscoprire le nostre passioni e a condividerle con loro

Stamattina mia figlia si è svegliata presto, dopo due giorni di febbre che l’hanno tenuta bloccata a letto.

Non ha fatto colazione, si è seduta a tavola, ha preso un foglio e si è messa a disegnare. Aveva iniziato, la sera prima, un ritratto della protagonista di “Oceania”, Vaiana, ma era troppo stanca e debole per terminarlo.

E ora di buon mattino lei, come prima cosa, disegna.

Rilassata, concentrata, come se non aspettasse altro che finire questo disegno.

Non si accorge nemmeno che la sto osservando, è troppo presa.

Le piace disegnare, più di ogni cosa.

E allora che cosa potrei augurarle se non di conservare questa PASSIONE.

Quella condizione che tira fuori la parte più autentica di noi stessi, che ci fa dimenticare tutto il resto e cancella la linea che divide il fare dal pensare.

Quello stato che è un tutt’uno, è la mente che si fa gesto, segno, parole, senza nessun elemento di passaggio che ne alteri l’essenza.

 Anch’io quando disegno, mi dimentico di tutto.

Sto lì e lascio che quello che ho dentro si trasferisca su un foglio bianco.

In questo periodo i miei disegni si ispirano soprattutto alle mie figlie.

Non è un caso, la mia mente ora gira attorno a loro, ed è un vortice naturale e piacevole, che amplia il mio modo di sentire e vedere.

Inizio a disegnare e non so mai cosa ne verrà fuori.

All’ inizio sono solo pochi segni che prendono forma gradualmente, fino a che, non si forma un’immagine nella mia testa, ispirata al momento, nata nell’attimo stesso in cui fluisce sul foglio. Aggiungo dettagli, colori.

Ma ci sono sempre loro due, i loro occhi, i loro sorrisi i loro cuori.

E allora rieccomi a disegnare, a fare quello che tanti anni fa occupava la maggior parte del mio tempo, che poi ho abbandonato a lungo, per anni, e adesso, inaspettatamente, ho ritrovato, insieme a mia figlia.

Anche lei mi osserva quando disegno e forse ritrova un po’ di sè, mi abbraccia, mi incoraggia, dice <è bellissimo, mamma!>, si mette vicino e disegna anche lei.

Abbiamo scoperto un luogo di incontro tutto nostro, quasi virtuale, che ci vede vicine e al tempo stesso lontane, ognuna immersa nei suoi lavori.

Ogni tanto ci scambiamo sguardi, complimenti, sorrisi.

Le nostre passioni ci trasformano, rappresentano noi stessi, ma convertiti in immagini, danza, scrittura….

Ma la passione da sola non basta e la mia esperienza ne è un esempio.

Non sempre la passione premia, è riconosciuta, retribuita. Spesso bisogna farne un hobby perché è questo che ci si può permettere.

E allora, almeno alle mie figlie, che ancora hanno mille possibilità ed il tempo per scegliere la loro strada, auguro di guardare lì, nella direzione che la porterà a fare quello che più gli piace.

Gli auguro LA PASSIONE, che è la chiave per entrare in contatto con loro stesse e sentirsi libere e realizzate.

Che gli permetterà di crescere e di dare forma a un nuovo “sè”, spesso nascosto e sconosciuto.

Gli auguro LA TENACIA ED IL CORAGGIO per portarla avanti, senza paura dei giudizio altrui e senza subire l’influenza o le pressioni esterne.

Gli auguro LA CONSAPEVOLEZZA, che significa conoscere i propri punti di forza;

Gli auguro L’AMICIZIA, indispensabile a portare avanti ogni cosa, soprattutto quando ci sentiamo scoraggiati e abbiamo bisogno di complicità, dell’alchimia che crea relazione e condivisione, o semplicemente di qualcuno che ci tenga per mano e ci accompagni nel nostro percorso e ci dia la carica emotiva.

E gli auguro un pizzico di FORTUNA, quel piccolo aiuto, il caso che ti prende per mano…

un soffio di vento che crei la combinazione giusta degli eventi.

The following two tabs change content below.
Architetto, mamma di due bambine, con una grande passione per i libri.

Ultimi post di felicia (vedi tutti)

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] ciò che li prende davvero, che li appassiona. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.