CI PROVO AD ESSERE UNA BUONA MAMMA

Io ci provo.
Ad essere una buona mamma.
Mi sforzo ogni giorno, mi informo, leggo.
Cerco di arricchirmi dentro.

Perché penso che una cosa sola possiamo dare ai nostri figli.
Ed è il nostro modo di porci nei loro confronti e nei confronti del mondo.
Di affrontare i problemi, le complicazioni.
Di gioire, gestire le paure,
di condividere i momenti di smarrimento e di tristezza.
Che ci sono. Per tutti.
La tensione, che a volte ci attanaglia. Lo sconforto che è dietro l’angolo.

 

Gli diamo ciò che siamo, ciò che ogni giorno gli mostriamo attraverso i nostri gesti, il modo in cui affrontiamo le situazioni e le emozioni.
Il modo in cui le incanaliamo, dandogli la giusta dimensione.

 

Ci guardano e ci ascoltano, loro. In ogni momento, anche quando pensiamo che siano distratti.
Gli arriva tutto.
E loro elaborano quello che siamo.
Per costruire se stessi, mettendo al loro posto i tasselli delle emozioni.
Per coltivare i sentimenti.
Perché è questo che gli dobbiamo insegnare, prima di tutto.
Ad apprendere i sentimenti.
L’amore, la tenerezza, la generosità, l’altruismo, l’empatia si imparano.
Guardando agli altri, a chi è ti è vicino.
A chi ti mostra la bellezza del dare, del condividere, dell’accogliere gli altri.
A chi ti coinvolge in ogni stato d’animo,
non solo la gioia.
E ti dice che può capitare, che non siamo perfetti, che tutto ciò che accade attorno a noi può trovare una nuova dimensione, nel nostro modo di affrontarla.

 

 


 

The following two tabs change content below.
Architetto, mamma di due bambine, con una grande passione per i libri.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *