La tavola dei morti

La sera del primo novembre, in molte case, si lascia la tavola apparecchiata.

Continua a leggere

La leggenda della Bella di notte

In queste giornate grigie
la “Bella di notte” non fiorisce solo al calar del sole.
Le nuvole, velando la luce, permettono a fiori delicati come questi di aprirsi ai bordi delle strade.

Continua a leggere

Un nuovo racconto di vita. La grata per seccare i fichi.

Ci sono tanti modi per raccontare storie. C’è chi lo fa ricostruendo un oggetto del passato. E per realizzarlo compie un lavoro di memoria e ingegno.

Continua a leggere

Giornata della memoria. La necessità di raccontare.

La verità è che dovremmo raccontargliela il prima possibile ai nostri figli questa storia.

Anche se è doloroso e non troviamo le parole.

Anche se certe immagini feriscono gli occhi e il cuore.

Continua a leggere

La luce dei ricordi

Questo è l’abito da sposa di mia nonna Anna, nata nel 1908 e andata in sposa negli anni Trenta.

Continua a leggere
,

Se tu potessi scegliere un giorno per tornare

Se tu potessi scegliere un giorno
Per tornare
So che lo faresti d’inverno
Cammineresti su questa stessa strada
A labbra socchiuse

Al vento
Raccoglieresti neve
E te la porteresti al petto
Sul cuore
Unita alle tue lacrime
Spaccherebbe il gelo
Di un vecchio calore
E cadendo lascerebbe a terra

Come un’impronta
Scritto
Il tuo nome


Felicia Lione

A te che sai di vento e neve

In questa notte di San Lorenzo

E in questa notte di San Lorenzo
Le anime amate, raccolte al buio,
dall’alto guardano le luci che rischiarano la terra.

Continua a leggere

Una piccola finestra grigia

Avevo davanti una piccola finestra.
Su una casa abbandonata,
in un vicolo fuori dal tempo,
in un centro storico svuotato.

Continua a leggere

Andrea Camilleri: la cultura non muore

Andrea Camilleri ci lascia le sue storie, colme di umanità, quella vera.
Ne abbiamo bisogno, ora più che mai.

Continua a leggere
scrivo per te

Scrivo per te

Scrivo perché, così facendo,
porto un po’ di te su questa carta bianca.
Il tuo ricordo si fa sostanza d’inchiostro,
rimane impresso tra le righe.

Continua a leggere