Tu non sei andato su una stella. Sei andato in un cuore pieno di gioia.

Spesso cerchiamo di spiegare le cose ai bambini,

nel modo migliore, per quanto ci riesce.

Continua a leggere

A mia figlia. Ciò che voglio da te

 

Non voglio che tu sia la prima della classe.

Voglio che tu sia la prima ad accettarti così come sei.

Continua a leggere

I bambini sono onde di mare

I bambini sono onde di mare.

Impetuosi, come l’acqua che si scaglia contro gli scogli,

quando vogliono superare gli ostacoli, farsi strada,

infrangere le regole per farne di nuove;

Continua a leggere

maestri di gioia

 

Potrai essere il maestro più preparato al mondo,

colto e con una mente allenata,

ma ciò che ti servirà, in una scuola,

non è rinchiuso nel tuo bagaglio di conoscenza e di sapere.

Continua a leggere

Corri figlio. Spacca la vita.

Corri, figlio.

Spacca la vita.

Prendi a calci ogni debolezza e inganno.

 

Continua a leggere

Quando sarai diventata veramente forte


 

Sarai diventata veramente forte

Quando saprai che la più grande forza è la tua debolezza.

Il mostrarti così come sei.

Nuda di ogni maschera.

Fragile.

Imperfetta.

 

Continua a leggere

I giochi più belli, quelli semplici ed economici

Durante le festività natalizie, le mie bimbe sono state sommerse di regali.

Dai nonni, dagli zii, dai cuginetti, da Babbo Natale, dalla Befana…

Una montagna.

E ora aspettano già la Pasqua!

Continua a leggere

Incontro tra cuccioli

Quando ancora non avevo figli, avevo l’abitudine di fare una passeggiata ogni giorno,

dopo pranzo, insieme a mio marito.

E ogni giorno, alla stessa ora, davanti al portone, ci aspettava Raggio,

un cagnolino simpatico e girovago, sempre a spasso per il paese.

Piccolo e bellissimo, con il pelo corto bianco.

Aveva preso l’abitudine di accompagnarci e noi quella di vederlo scodinzolare davanti a noi,

fare strada, tenere il passo, correre lontano e venirci di nuovo incontro.

Continua a leggere

Gli insegnanti migliori, quelli che con la passione, aprono la mente ed il cuore.

I bambini. Che crescono, cercano strade.

Se tornassi indietro, farei l’insegnante.

È un ruolo privilegiato, con un grande potere.

Continua a leggere