Accanto a lei

Mi vedi?
Mi sono svegliata un giorno
ed ero perduta.
Lontana dai miei sogni.
Immobile, interrotta, senza via d’uscita.

Senza aspettare più nessuno,
sono tornata indietro,
a prendere per mano la bambina che ero stata.

Mi sono fatta madre di me stessa
e l’ho abbracciata.

Accanto a lei, ho giocato con i pensieri folli,
li ho liberati.
Ho danzato con passi incerti e fragili,
come tutti i miei dubbi, le scelte sbagliate.

Accanto a lei, sono caduta e mi sono rialzata.

Ho riso, urlato, trascinato le malinconie per strada.

Ho accolto il pianto, baciato le ferite,
fasciato di premura le incertezze,
di cura la sconforto,
di perla ogni dolore.

Accanto a lei,
ho smesso di pensare al tempo,

a ciò che non ho fatto,
a ciò che è stato.

Accanto a lei,
ho visto nei suoi occhi
la donna che sono diventata
.
Mi sono perdonata.



The following two tabs change content below.
Architetto, mamma di due bambine, con una grande passione per i libri.

Ultimi post di felicia (vedi tutti)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.