A te

A te che con le parole
Scavi nella mia terra.
Scoprendo le radici
Con carezze
Che dal profondo
Si trattengono accanto
Come linfa nuova.

 

A te che senza chiudere gli occhi
Sulle cicatrici
La corteccia ruvida
I rami spezzati
Abbracci tutto ciò che sono.

 

E basta questo a scuotermi
Come un vento autunnale
Che porta via un carico lontano
A fare posto
A germogli nuovi.

 

 


The following two tabs change content below.
Architetto, mamma di due bambine, con una grande passione per i libri.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *